TomTom #GETGOING

TomTom #GETGOING
La destinazione non conta, l'importante è fare il primo passo.

PROSSIMA CORSA

PROSSIMA CORSA
19/11/2016 Podisti da Marte

17 ottobre 2011

Trop Test: MBT Shoes

Tite Togni scruta la nuova collezione MBT
Il TropTest del mese riguarda le scarpe MBT (Masai Barefoot Technology) che, grazie ad Elena Muserra ho potuto provare durante lo Yoga Festival di Milano e portarmi a casa per una prova approfondita.
Un po' di storia: le calzature MBT sono nate 15 anni fa, quando si scoprì che una naturale “instabilità” mentre si cammina o si sta in piedi offre benefici sorprendenti per la salute. Su questo presupposto è stato sviluppato un nuovo tipo di calzature in grado di simulare un terreno soffice e irregolare. I risultati raggiunti sono straordinari, tanto che oggi le MBT sono vendute in oltre 35 paesi nel mondo e molti sono i clienti soddisfatti.
Camminando con un paio di MBT il corpo è costretto ad usare un maggior numero di muscoli per compensare e ricreare la stabilità necessaria. Questo mantiene tutto il corpo attivo, aumenta l’attività dei muscoli della schiena, migliora la postura, rassoda i muscoli. Praticamente è come fare ginnastica propriocettiva in continuazione.
Da pochi giorni è stata presentata la nuova collezione autunno-inverno 2011 con modelli specifici per uomo e donna con linee accattivanti e davvero portabili da chiunque con qualsiasi abbigliamento.
Non solo, i tecnici MBT hanno creato 4 diversi livelli di instabilità nelle calzature, così da rendere la gamma accessibile al maggior numero possibile di persone.
Gli indici sono Activate, Dynamic, Performance e Ultimate; rispettivamente dal meno accentuato al più accentuato.
Ho scelto il modello Sini Lux, dalla linea sportiva realizzato in mesh e pelle per un ottimo bilanciamento tra protezione e traspirazione.
Innanzitutto devo scrivere che sono comede all’ennesima potenza. Calzano in maniera confortevole e dopo averle indossate per un giorno intero non avevo alcun fastidio ai piedi. La sensazione iniziale è spiazzante, non si è ovviamente abituati a camminare senza poggiare completamente il piede, ma il passo viene naturale dopo pochissimo e i benefici si avvertono altrettanto immediatamente. Di fatto mi sembrava di camminare come sulle nuvole, tanto era soffice e cedevole, quanto portante, la camminata; un po' come se stessi camminando sulla spiaggia. E la riporva che le mie sensazioni erano proprio giuste l'ho avuta scorrendo le pagine del nuovo catalogo MBT dove viene proprio descritta la camminata come "sulla sabbia".
La caratteristica che salta maggiormente all’occhio guardano la scarpa è, ovviamente, la suola dalla forma convessa che ha un indice di flessibilità pari a “Performance”. La suola curva di MBT, chiamata "bottom unit", è formata da 4 componenti che insieme favoriscono la rullata del piede tipica dele calzature stesse. Tra i componenti, il "Masai Sensor", realizzato in poliuretano, è il componente essenziale del sistema MBT ed è quello che permette a tutto il sistema di funzionare correttamente.

Il modello Ari, vincitore del Red Dot Award 2011

Purtroppo ci sono molte società che vendono false copie MBT ad un prezzo scontato o di svendita/liquidazione. Attenzione se comprate queste false copie rischiate di danneggiare il vostro corpo anzichè renderlo più forte.

E’ per questo che vi raccomandiamo vivamente di acquistare le MBT solo presso i rivenditori autorizzati. Esclusivamente i punti vendita MBT sono in grado di assicurarvi un’assistenza accurata affinché possiate beneficiare degli effetti positivi unici e scientificamente provati apportati dalle calzature fisiologiche MBT.
Attenzione alle false copie MBT!

Nessun commento: